Da dimora storica a Boutique Hotel

Aggiornamento: lug 22



testo di Alessandra Mannetti foto di Max Littera


Un intervento di manutenzione straordinario che ha trasformato una dimora storica, del quartiere Prati in Roma, in un raffinato Boutique Hotel grazie al progetto e direzione lavori Alessandra Mannetti e la consulenza di Caterina Odorisio.

La ristrutturazione ha conservato i tratti caratterizzanti dell’immobile, amalgamandoli all’innovazione ed al colore per un risultato luminoso, un mix&match di tradizione, comfort e contemporaneità.

Nelle camere il protagonista è la pavimentazione originale in cementine dai colori vivaci e soprattutto caratterizzata, in ogni ambiente, da decori che nell’ insieme costituiscono eleganti tappeti, che il progetto ha valorizzato, stanza per stanza, con specifici accostamenti di colore dei complementi di arredo, rivestimenti e tessuti scelti.

Ai colori delle camere si contrappone il corridoio.

Lo spazio distributivo è stato progettato come un percorso neutro, bianco, dove le porte spariscono nel muro lasciando risalto a pochi e scanditi input: le importanti mostre modanate delle vecchie porte a due ante incorniciano il numero di riferimento di ogni stanza, il tutto scandito da segna passi a pavimento.

A terra si organizza il parquet tradizionale in rovere con fasce e campi centrali, dove il classico bindello in legno è stato sostituito da barre grezze in ferro.

Una reinterpretazione in chiave contemporanea del classico schema di posa che caratterizzava le sale e gli ambienti nei primi impieghi del pavimento in legno.

Il soggiorno e gli spazi di aggregazione della struttura sono colorati e spiritosi, si sono voluti riassumere attorno al tavolo della sala da pranzo i molteplici colori delle cementine originali che sono state lasciate a pavimento nelle stanze da letto.

59 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti