Cersaie 2021

Un viaggio, positivo, negli stati d’animo attraverso l'interior ai giorni d’oggi


Dopo la pausa, forzata, 2020 il Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno è ritornato in presenza con tutte le novità dal mondo delle superfici, dell’arredo bagno, del contract e delle ceramiche.

15 i padiglioni del Quartiere Fieristico di Bologna Fiere con quasi 600 espositori, il 41% dei quali provenienti da 26 nazioni estere.

Un dato certo che emerge da Cersaie 2021 è l’evoluzione delle superfici che accompagna, ininterrottamente, lo sviluppo degli spazi, con proposte che, grazie alle incredibili tecnologie, offrono caratteristiche, visive e sensoriali, sempre più impattanti, soprattutto per quelle naturali dove la straordinarietà e gli eccessi della natura sono resi armonici dalla tecnologia, ottenendo prodotti dal risultato estetico spesso scenografico e con prestazioni, in termini di performances, top.

Le superfici, oggi, sono percepite come parti integranti e fondamentali di un insieme in cui l’arredo, nel passato al centro del progetto, adesso si mixa con le aree ceramiche intorno e che rappresentano loro stesse tendenze di design.

Tra i colori prevalgono i toni del verde e del blu in tutte le sfumature prendendo spunti dai colori della natura come i boschi, il mare e le pietre preziose come onici e agate.

La mole di tempo trascorso nelle mura domestiche nel 2020 porta a riconsiderare gli spazi abitativi ed i momenti di vita familiare, di lavoro e gioco dei bimbi, facendo emergere la necessità di un cambiamento e di spazi di fuga dove evadere, anche se non fisicamente.

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti